sex videos
porn sites
free cartoon porn
big black tits
free lesbian porn
black porn

Ricerca sul sito

Biografia

argaiv1700

Maggio 2012

porta a conclusione, con l'Etichetta Musicale 103 di Milano, il cofanetto musicale “Pardon” dove confluisce il registrato live sia dell'Omo Nero che di “Pardon”, recital musicale dove Maria Cassi canta e interpreta “canzoni d'amore” della storia musicale italiana, da Buscaglione a Modugno da Battisti a Paolo Conte. Il cofanetto contiene per la prima volta quattro canzoni inedite, scritte insieme a Fabio Picchi.

Aprile 2012

partecipa, insieme alle più importanti interpreti del teatro e del cinema italiano, al V Day con la messa in scena de “I monologhi della vagina” al Teatro dell'Elfo di Milano, alla presenza dell'autrice Eve Ensler, con le regia di Franza di Rosa, da un idea produttiva di Monica Capuani.

Nel 2012

replica per due settimane "Crepapelle" al Franco Parenti di Milano e nuovamente all'ArCub di Bucarest e al Teatrul National 'Marin Sorescu' di Craiova.

Nel 2011

Scrive e interpreta lo spettacolo "L'Omo Nero", un percorso musicale, ispirato al '900 europeo e ai grandi autori di musiche per il teatro, da Kurt Weill, Bertolt Brecht a Lionel Bart.

Dal 2011 al 2012

riporta in scena, con numerosissime repliche e un grande successo di pubblico "Fiorentini" spettacolo messo in scena all'apertura del suo teatro, nel 2003 come semplice divertissement con il pubblico e che, col passare degli anni, ha preso una forma compiuta e matura trasformandosi in uno dei suoi cult.

Marzo 2012

sbarca con lo spettacolo “My Life...with man and Other Animals”, dopo un'anteprima al Molloy College di Long Island, al 45th Theater off Broadway con uno straordinario e incredibile successo di pubblico e di stampa.

Nel 2011

Rai 5 trasmette in prima serata lo spettacolo “Crepapelle” e nel 2012 viene messo in onda “My Life...”, registrato al Teatro La Cavallerizza di Reggio Emilia , entrambe con la regia televisiva di Felice Cappa.

Dicembre del 2011
presenta la cerimonia di chiusura del Festival del Cinema di Torino, diretto da Gianni Amelio.

Settembre 2011
porta due spettacoli al Festivaletteratura di Mantova, “Crepapelle” e “La Cena dei Bugiardi”, scritta per l'occasione da Fabio Picchi.

Ottobre 2010

lo spettacolo arriverà e registrerà il tutto esaurito al Teatro Franco Parenti di Milano, a Bucarest all' “ArCuB Centre for Cultural Projects”, al Teatro del Sale di Firenze e nuovamente, dopo una straordinaria richiesta, per capodanno e per i primi giorni del 2011,  al Teatro Franco Parenti. La Repubblica e Il Corriere la definiscono “Formidabile, legittimamente paragonata dalla stampa internazionale a Tati e Jerry Lewis”. Numerose riviste cominciano a inserirla, per il teatro, tra le donne che il mondo invidia all'Italia.

Luglio 2010

New York Stage and Film Festival.

Il festival che da più di 25 anni si caratterizza per essere luogo esclusivo in cui gli artisti di Broadway forgiano e presentano in anteprima i loro spettacoli, accoglie Maria Cassi  come unica artista internazionale. Il luogo, incrocio anche  di moltissimi giovani e di un solido  pubblico, riconosce subito il fenomeno. “My Life with Men and Other  Animals”  segna il tutto esaurito.

Artisti ed intellettuali convergono  intorno a Maria Cassi in un susseguirsi di incontri ed eventi che proseguono anche dopo il festival e la vedono ospite di Bob Wilson nel suo Watermill Center e  di Bette Midler per il  New York Restoration Project.

E' durante uno di questi numerosi incontri che nasce la collaborazione con William Ivey Long, il costumista e designer vincitore di 5 Tony awards su 11 nominations ricevute, fra cui i musicals Nine e  Chicago, che dopo aver visto Maria Cassi in "My life with Men and Other Animals" ne rimane profondamente ispirato.

Giugno 2010

Debutta, co-prodotto da Change Performing Arts, allo Spoleto Festival dei Due Mondi, lo spettacolo "My Life with Men and Other Animals" – La mia vita con gli uomini ed altri animali,  frutto del sodalizio con Peter Schneider, che ne cura la regia e Patrick Pacheco che ne è il coautore insieme a Maria Cassi. Lo spettacolo è da subito il fenomeno del festival .

Aprile 2010

Maria Cassi , con Dario Fo, Adriana Asti e Eugenio De’ Giorgi, è protagonista della mostra “Tutti a Tavola”, in una performance dal vivo ed installazione video, curate in occasione del Salone del Mobile 2010 da Change Performing Arts,  presso la Galleria d’Arte Moderna della Villa Reale di Milano.

Novembre 2009

La Compagnia Maria Cassi con Peter Schneider e il Teatro del Sale inizia la produzione di un nuovo spettacolo che debutterà a New York Stage and Film Festival. Maria Cassi ne sarà l'autrice insieme a Patrick Pacheco e Peter Schneider ne curerà la regia. Il debutto a New York è previsto per giugno - luglio 2010.

16 settembre - 17 ottobre 2009

Inizia la permanenza di Maria Cassi al Theatre du Rond Point di Parigi, diretto da Jean Michel Ribes grazie alla grande amicizia e stima dell'autore, regista e attore Alfredo Arias. Per cinque settimane "Crepapelle - ou comment mourir de rire" batte tutti i records della sala del Rond Point. Fin dalla Prima si diffonde un incredibile passaparola fra il pubblico. Molti artisti, attori ed intellettuali si incontrano con Maria a fine spettacolo stabilendo immediatamente un'affettuosa amicizia. Non potendoli qui nominare tutti, scegliamo, per gratitudine nei loro confronti e in rappresentanza di tutti loro il grande Sempé, ispiratore di Maria fin dall'infanzia. Maria Cassi diventa un fenomeno tanto da essere definita da Le Monde, che le dedica ben due approfondimenti speciali, "ambasciatrice italiana a Parigi", con emozionanti paragoni fra il suo lavoro e quello di Jacques Tati, Jerry Lewis e Charlie Chaplin. Le Figaro la inserisce fra i primi tre maggiori successi della stagione teratrale a Parigi. Nel mentre France 2 ("Des Mots de Minuit") e France Music la invitano in trasmissioni di approfondimento chiedendole anche di esibirsi dal vivo come straordiaria interprete di alcune canzoni da lei particolarmente amate.

Settembre 2009 

Nasce l'ultima produzione di Maria Cassi "Concertino d'amore - le mie canzoni preferite".  

Gennaio   -  Marzo 2009

Inizia  la tournée italiana di "Crepapelle" in Centro e Nord Italia, da Bolzano alle Marche lo spettacolo continua a segnare il tutto esaurito.  Primavera  2009 Nell'alternanza fra la tournée italiana di "Suoniemozioni - da Battisti-Mogol a Maria Cassi"  e le repliche al Teatro del Sale di Firenze, lo spettacolo diventa un cult .

Ottobre 2008
Nasce l'ultimo spettacolo di Maria Cassi, “Suoniemozioni”. Ispirato alla figura di Lucio Battisti, lo spettacolo segna fin dalla prima settimana il tutto esaurito ed è già grande successo.

Ottobre 2008
Maria Cassi è a Praga, special guest dello spettacolo televisivo “Manez” di Bolek Polivka.
Vero e proprio cult per il mondo teatrale Europeo, “Manez” è lo spettacolo che per due volte l'anno la Repubblica Ceca attende e che ha accompagnato almeno due generazioni di pubblico.
Il suo ideatore Bolek Polivka, una delle figure più geniali della grande tradizione clownesca europea, per questa 43esima edizione interamente dedicata alle donne, ha voluto Maria Cassi per celebrare l'importante anniversario.
(Articoli WebSite : iDENS.czCeskaTelevize.cz )

Settembre 2008
E' sancita la collaborazione con il Téâthre du Rond Point di Parigi e con il suo direttore Jean-Michel Ribes, che ospiterà Maria Cassi con “Crepapelle” per sei settimane a settembre 2009.

Settembre 2008.
Inizia la tournée americana.
A Los Angeles per due settimane Maria Cassi è in scena con “Crepapelle” al Carrie Hamilton-Pasadena Playhouse. La permanenza nel teatro più antico della città è frutto dell'incontro con Peter Schneider, presidente e direttore dell' Animation Studio della Walt Disney Company per oltre 15 anni e produttore dei musical più premiati negli ultimi anni a Broadway, quali “The Lion King” e Aida di Tim Rice ed Elton John, nonché di film d'animazione quali “Roger Rabbit”, “La bella e la bestia”, “Toy Story”.
Nel capitolo dedicato alle motivazioni del Play Bill di “Crepapelle”, nel presentare Maria Cassi PeterSchneider la definisce “an elfin Enchantress” e dice di se stesso e del loro incontro artistico ” I was a happy victim of the Stendhal Syndrome”.
Per due settimane di rappresentazioni, Maria Cassi segna il tutto esaurito e standing ovations finali.

10 Luglio 2008.
A Villa Faraldi, nell’ambito dell’omonimo festival giunto alla sua 25esima edizione, viene conferito a Maria Cassi , in scena con “Crepapelle – Rire comme un bossu”, il premio “Assolo d’autore”.
La motivazione: “un riconoscimento che l’amministrazione comunale - d’intesa con la direzione artistica - ha voluto istituire da quest’anno per premiare ad ogni edizione “uno spettacolo di particolare rilevanza, sia per la qualita’ del testo che per la bravura dell’interprete” “ponte” tra passato e presente”. “A lei la riproduzione di un medaglione-moneta antico che lo scultore Fritz Rθed donò al comune venticinque anni fa.”

Aprile 2008.
Maria Cassi è protagonista di “Flaianite”, conferenza-spettacolo frutto di una intensa collaborazione con il drammaturgo Luca Scarlini. Entrambi in scena, in una alternanza potente ed esilarante, ci conducono in un viaggio intorno a Flaiano e all’Italia degli anni 60, con tutte le sue contraddizioni.

Marzo 2008
Con “La Porta Aperta”, Maria Cassi è protagonista di un importante progetto di formazione rivolto a tutti gli studenti delle scuole superiori di Formazione Professionale, promosso dalla Provincia di Bolzano.

Febbraio 2008
La Provincia di Rimini chiede a Maria Cassi di intervenire con “Galateo”, come unica presenza artistica all’edizione 2008 di “Arroccati sul Gusto”, la manifestazione che annualmente si tiene presso la suggestiva rocca malatestiana di “Castel Sismondo”.

Il 26 febbraio parla agli studenti di orientamento al lavoro e stereotipi di genere, nella conferenza “Stereotipi di genere e lavoro”voluta dall’Università degli Studi di Firenze e dall’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio.

Dicembre 2007
Esplode un vero fenomeno: dopo più di 40 repliche, a grande richiesta presso il Teatro del Sale di Firenze, “Crepapelle” segna ancora e sempre di più il tutto esaurito.

Ottobre 2007
Maria Cassi inaugura la stagione della Fondazione Toscana Spettacolo a Grosseto presso il Teatro Moderno con “La Porta Aperta”, di cui è autrice regista ed interprete.
Tratto dal saggio di Peter Brook, lo spettacolo, per il suo alto valore formativo, viene richiesto anche dal grande Clown Dimitri nel suo teatro riconosciuto centro universitario per le arti performative a Verscio, in Svizzera.

Settembre 2007
Nasce il nuovo spettacolo di cui Maria Cassi è autrice, regista e protagonista “Crepapelle – Rire comme un bossu”, con la collaborazione dello scenografo Lucio Diana.
Frutto di un intenso periodo di studio e permanenza a Parigi, collaborazioni con il mondo teatrale parigino e del confronto, oltre che dell’amicizia, con il regista Alfredo Arias, “Crepapelle” vede Maria Cassi  con la sua maschera prestarsi ad interpretazioni di anziane clochard e di donne bellissime, di anziani uomini e di autisti di autobus, bambini e commesse,  nella cornice di un grande amore per la città Parigi.

Giugno – Settembre  2007
Maria Cassi è in scena accanto a Sergio Staino, entrambi accompagnati da Leo Brizzi Quintet, per l’anteprima  dello spettacolo da lui scritto “Bobo al mare”.
Dopo il debutto in Liguria, in collaborazione con il Teatro dell Archivolto di Genova,  inizia a Firenze, nell’ambito di “Fiesta” il Festival dell’Estate Fiorentina diretto da Piero Pelù, la tournèe che si concluderà a Settembre, alla  Festa Nazionale de “L’Unità” di Bologna.

Luglio 2007
Maria Cassi è protagonista della stagione teatrale del Teatro Salvini di Pieve di Teco, con “La Porta Aperta”, spettacolo ispirato al saggio di Peter Brook di cui Maria Cassi è protagonista, regista ed autrice.

Luglio 2007
Continua la collaborazione con “Giallo Mare Minimal Teatro”, una delle più vivaci realtà teatrali toscane. Maria Cassi ancora una volta travolge il pubblico  con il suo “Galateo” nella rassegna “Quattro chiacchiere sotto le stelle” a Castelfiorentino.

Maggio 2007
Nel maggio 2007  “Saltexpo”, l’unica manifestazione internazionale interamente dedicata al sale, chiede a Maria Cassi di portare in scena il suo “Galateo” presso la Mostra di Oltremare a Napoli.

Febbraio 2007
Maria Cassi interviene alla BIT, la Borsa Internazionale del Turismo, voluta dalla Regione Toscana come esponente del patrimonio teatrale espresso da questo territorio che è quello con la più alta densità di teatri in Italia. Per la prima volta alla BIT il mondo della cultura interviene accendendo un faro sul teatro.

Gennaio Febbraio 2007
Inizia una lunga tournèe in Trentino. Maria Cassi ed il suo “Galateo” continuano il sodalizio con uno dei circuiti teatrali più importanti di Italia. 

Febbraio 2007
La fondazione Toscana Spettacolo dedica a Maria Cassi e Leonardo Brizzi, uno speciale per il ventennale dello spettacolo “A Saintrotwist”, lo spettacolo che con più di mille repliche ha girato in tutto il mondo. In occasione di questo speciale compleanno la Fondazione Toscana Spettacolo ha voluto dedicare anche una serie di incontri con il pubblico vista l’unicità dell’esperienza di questo spettacolo.

Gennaio 2007
Maria Cassi inaugura con “B.B.B.”, insieme a  Leonardo Brizzi, il rinnovato Teatro delle Sfide di Bientina, teatro a cui la Provincia di Pisa ha dato particolare attenzione e che ha fortemente voluto.

31 Dicembre 2006
Il Teatro Puccini di Firenze chiede a  Maria Cassi e Leonardo Brizzi di aprire il nuovo anno con un occasione unica.
Una serata speciale per  i festeggiamenti del il ventennale dello spettacolo “A Saintrotwist”, che proseguiranno fino a marzo 2007 in tutto il circuito teatrale toscano.

Dicembre 2006
Maria Cassi è la voce recitante della pièce “Dame, zingari, conti e guerriglieri, per non dire Trovatore” . Il testo per la voce recitante è di  Vittorio Sermonti, l’ adattamento di Paolo Arcà. Accompagnata dal Contempo Artensemble, che annovera alcune fra le eccellenze musicali del panorama italiano come il violoncellista Vittorio Ceccanti  e diretta dal Maestro Mauro Ceccanti, Maria Cassi è la protagonista del suggestivo spazio di  Officina Giovani Cantieri Culturali per il Contempo Prato Festival, in collaborazione con la Fondazione Teatro Metastasio e con il Centro per la Cultura Contemporanea L. Pecci di Prato. .

Novembre 2006
Il Festival delle Province – Teatro delle Forme  chiede a Maria Cassi di partecipare con  “Galateo”. Inizia la tournèe in Piemonte.

7 Novembre 2006
F.I.L.E. la Fondazione Italiana per la Leniterapia chiede a Maria Cassi di partecipare alla messa in scena dello spettacolo “Cancer Tales”, con la regia di Piero Di Pietro e  tratto dal testo dell’autrice inglese Nell Dunn,  già nota alle platee di tutto il mondo per “I monologhi della Vagina”.
La prima, tenuta al Teatro Goldoni di Firenze, alla presenza dell’autrice sarà un evento unico in Italia, ripetuto solo in via eccezionale per l’apertura dell’”Hospice Casa Insieme “di Ivrea nel luglio 2007.

A Settembre 2006 Maria Cassi imposta la produzione del suo nuovo spettacolo "La Porta Aperta" dal saggio di Peter Brook. Nelle prime due settimane di replica ottiene riconoscimenti dalla stampa e dal pubblico, che la obbligano a cerare di reinserirsi nella programmazione del suo "Teatro del Sale" per replicare, replicare, replicare.

Il 2 giugno 2006 Sergio Staino ha voluto dedicare un breve saggio a Maria Cassi e al suo “Galateo” apparso in prima pagina dell’Unità Nazionale e che prosegue su tutta la pagina n° 20. Sempre Sergio Staino ha chiesto a Maria Cassi di interpretare le mille voci del libro “Pecciolo”.

Nella primavera del 2006 fonda la “Compagnia Maria Cassi”.

Per tutto il 2006 e il 2005 porta in scena il rinnovato “Galateo” ottenendo un incredibile successo di pubblico e di critica, con il classico “tutto esaurito”.

In Aprile 2006 è protagonista insieme a Irene Papas e Luciana Littizzetto nella rassegna milanese “Angelo del Focolare” nell’ambito del Salone Internazionale del Mobile, portando in scena “Galateo”.

Nel 2006 per l’inaugurazione del “Muziekebouw” di Amsterdam è stata chiamata come unica artista, insieme al maestro Leonardo Brizzi, per chiudere la manifestazione con un estratto di “A Saintrotwist”.

Nel 2006 è chiamata a “Hollywood Party” di RadioTre per parlare del suo “Zavattini”.

Nel 2005 il Presidente della Repubblica C.A.Ciampi ha invitato Maria Cassi al Quirinale in rappresentanza del teatro italiano.

Nel 2005 porta in scena presso il Teatro del Sale insieme a Antonio Tabucchi una lettura-spettacolo tratta dal libro “Tristano muore”.

I suoi rapporti con decine di festival nazionali ed esteri si rinnovano annualmente. Le sue regie e le richieste di laboratori nelle più note situazioni teatrali italiane ed estere non sono numerabili, ma hanno una costanza: fondano sempre indissolubili rapporti con chi approfitta della sua professionalità e della sua qualità artistica. Uno per tutti citiamo l’amicizia e il continuo scambio con il clown Dimitri e con tutto l’entourage del suo Teatro di Verscio.
La televisione e la radio Svizzera continuano a riprodurre i suoi spettacoli teatrali.

Nel 2004 Maria Cassi è nominata Assessore alla Cultura della Provincia di Firenze.

Nel 2004 Nico Garrone direttore artistico del Festival di Radicondoli, dedica a Maria Cassi e al suo Teatro del Sale un’ampia sezione del Festival facendole produrre anche un nuovo spettacolo “B.B.B. da Bertold Brecht ai Beatles”. Per l’occasione nasce una personalissima interpretazione di “Maremma Amara” si Silvano Bussotti. B.B.B. sta continuando a girare nei teatri italiani.

Nel 2003 Maria Cassi, insieme a Fabio Picchi, fonda l’Associazione culturale Circo-lo Teatro del Sale di cui è presidente e direttrice artistica.

Nel 2003 produce insieme al mestro Leonardo Brizzi, alla fondazione Teatro Metastasio e con le scenografie di Lucio Diana “Zavattini” di cui è protagonista e regista portandolo in tournèe in tutta Italia. Le ultime repliche sono state presso il Teatro Filodrammatici di Milano.

Nel 2003 Il Festival della Latteratura di Mantova le fa produrre e curare lo spettacolo “La mia biodiversità” coinvolgendo oltre il maestro Leonardo Brizzi, lo chef Fabio Picchi. Spettacolo portato poi in tournèe in vari teatri italiani.

Nel 2002 con Ernesto de Pascale e Leonardo Brizzi produce dopo 11 anni dal primo un secondo spettacolo intorno ai Beatles “In my life – the Beatles Songbook 2002”. In questa occasione collabora con il “Maurizio Geri Swingtet” .

Nel 2002 Anna Benedetti la coinvolge in alcune iniziative nel suo “Leggere per non dimenticare”. Una per tutte, la lettura delle poesie di Mario Luzi, presente l’autore.

Nel 2001 insieme all’attore Marco Zannoni e a Leonardo Brizzi, produce “Apollo” di cui cura anche la regia.

Nel 2000 con la coproduzione della Fondazione Teatro Metastasio nasce lo spettacolo “Portraits” portato fino al 2002 in tournèe in tutta Italia con le ultime repliche al Teatro Valle di Roma.

Nel 1999 nasce “Galateo” di cui Maria Cassi è interprete, autrice e regista.

Nel 1998 collabora per la prima volta con la Fondazione Teatro Metastasio e produce “La follia della libertà – Studi sulla follia di Erasmo da Rotterdam” di cui è interprete, autrice insieme al maestro Leonardo Brizzi, e regista.

Nel 1996 è la volta di “Uccelli” di Aristofane prodotto dal Teatro Settimo e dal Festival di Spoleto dove inaugurano la stagione con più di 100 repliche in tutta Italia. Con la regia di Gabriele Vacis.

Nel 1995 inizia l’indissolubile collaborazione con Lucio Diana, artista e scenografo. Nasce “Pierino e il lupo?” presso il Teatro Settimo Torinese.

Il 1994 vede Maria Casssi impegnata in una tournèe in Giappone, Malesia e Thailandia.

Nel 1991 produce “The Beatles Songbook Concerto”. Dello spettacolo viene prodotto insieme a Ernesto De Pascale un CD che ottiene riconoscimenti nelle migliori riviste specializzate.

Nel 1990 Maria Cassi insieme a Leonardo Brizzi è conduttrice e co-autrice di “Magazine 3” (Rai Tre).

Nel 1988 in co-produzione col Teatro di Rifredi nasce Insonnia, spettacolo che sarà portato in tournèe per tutto il 1989. Maria Cassi ne è la regista e la co-autrice.

Nel 1986 nasce la produzione teatrale di “A Saintrotwist” che ha portato Maria Cassi e il maestro Leonardo Brizzi in tournèe in tutto il mondo. Con più di mille repliche a San Francisco, Lione, Istambul, due tournèe in Giappone, tre tournèe in Portogallo e inifnite volte in moltissimi teatri italiani.

Nel 1986 fonda insime a Leonardo Brizzi la compagnia “Aringa e Verdurini”.

 

Seguici su


Teatro del Sale

Ricevi direttamente nella tua casella email tutte le ultime notizie, gli eventi e le curiosità dal Teatro del Sale

Per iscriverti clicca qui

Emporio Online